Tiaso

Dentro un club affollato: persone che si dimenano ascoltando ritmi sincopati, caldo, sudore, droghe, persone che si cimentano in danze di corteggiamento, esibendo i propri colori e le proprie abilità al futuro partner; proprio come gli uccelli. Tutti insieme a ballare, in questo girone infernale illuminato di rosso che si trasforma subito in un giardino dell’eden. In questo corteo di corpi che si muovono e in cui, per alcuni istanti, le individualità scompaiono. Danze come preghiere, corpi che ritornano alla loro natura primordiale.
Un maestro che guida questo viaggio collettivo, decidendo quando è il momento di correre o quando bisogna riposarsi: lo Sciamano, Dioniso, il DJ.